L’eredità di Lovecraft

Non è morto ciò che può vivere in eterno
E in strani eoni anche la morte può morire

Con queste enigmatiche parole inizia il racconto La Città Senza Nome di Howard Phillips Lovecraft, maestro indiscusso del terrore e della fantascienza che con le sue opere ha influenzato intere generazioni di scrittori. Nonostante le ombre che costellarono la sua vita privata, Lovecraft viene globalmente considerato un autore dalle doti eccezionali, capace di descrivere l’indescrivibile e creatore di un universo popolato di entità aliene e divinità mostruose.

foto-lovecraft
H.P. Lovecraft (via Wikipedia)

Bio

Lovecraft nasce a Providence, Rhode Island, nel 1890. Rimasto orfano di padre in giovanissima età, sviluppa un rapporto ossessivo con l’iperprotettrice madre Sarah. Con la scoperta delle opere di Edgar Allan Poe e Jules Verne, si interessa alla chimica, all’astronomia e al mistero, elementi che lo accompagneranno in tutta la sua produzione artistica. Anche se dotato di indubbio talento e cultura, non riesce a completare gli studi e inizia a lavorare come correttore di bozze per altri scrittori. In questo periodo inizia a pubblicare i suoi primi scritti per giornali e riviste, ma è l’incontro con Lord Dunsany, scrittore irlandese, a ispirarlo maggiormente facendogli approfondire la tematica dell’onirico. Lovecraft si trasferisce a New York con la moglie Sonia, ma a causa di problemi economici è costretto a tornare a Providence. In questi anni scrive i suoi racconti più importanti tra cui  il Richiamo di Cthulhu, alle Montagne della Follia e la Maschera di Innsmouth. Nonostante tutto, la sua situazione economica continua a peggiorare e la critica non gli riconosce particolari meriti, logorando la sua autostima. Lovecraft muore all’età di quarantasette anni.

Lo stile delle opere di Lovecraft è inimitabile. Il mistero e l’onirico sono elementi ricorrenti in quasi tutti i suoi scritti. Appassionato dallo sconosciuto, il solitario di Providence ama descrivere ciò che non può essere immaginato o percepito dai sensi umani: città megalitiche costruite sul fondo dell’oceano seguendo geometrie non euclidee, viaggi in luoghi inesplorati delle mappe sormontati da montagne colossali, terribili divinità aliene scivolate da stelle oscure sulla Terra.

Un tema lovecraftiano fondamentale è infine il rapporto tra l’uomo e l’ignoto e lo sgomento che può portare la consapevolezza di verità interdette alla natura umana.

Cthulhu, il Necromicon e Pennywise

Ritengo che la cosa più misericordiosa al mondo
sia l’incapacità della mente umana
a mettere in correlazione tutti i suoi contenuti

cthulhu-lovecraft
(immagine via Pinterest)

 

Alcune tesi ipotizzano che il grande pessimismo cosmico che permea le opere di Lovecraft, come anche un rifiuto assoluto dell’antropocentrismo, fosse il riflesso della sua incapacità a rapportarsi al mondo che lo circondava.

Rivalutato solo dopo la sua morte, Lovecraft diventa un punto di riferimento per gli appassionati di fantascienza e horror.

Sono numerossisimi i film, libri, romanzi e fumetti che contengono omaggi, se non addirittura citazioni esplicite, alle opere di Lovecraft.

Tra le più conosciute e diffuse spicca decisamente il Necronomicon, libro blasfemo scritto da quel bontempone di Abdul Alhazred capace di evocare demoni e fulcro di numerosi racconti del terrore.

Nella saga de la Casa, di Sam Raimi,  proseguita con la fortunata serie tv Ash vs Evil Dead, il protagonista Ash evoca per errore dei demoni sanguinari leggendo per sbaglio alcuni passaggi del libro.

Stephen King, nel suo capolavoro It, inserisce importanti richiami e analogie al ciclo di Cthulhu rendendo Pennywise e la Tartaruga una sorta di divinità cosmica.

 

Acquistalo subito con il 10% di sconto!

Lovecraft nel fumetto

Nel mondo del fumetto si contano decine e decine di autori che hanno attinto dall’universo lovecraftiano in maniera più o meno esplicita (basti pensare al manicomio di Gotham City, Arkham, che prende il nome dalla fittizia cittadina inventata da Lovecraft).

Primo tra tutti Alan Moore, scrittore di V per Vendetta e Watchmen (clicca e acquistali subito!).
Da sempre appassionato al misticismo e all’occulto, Moore scopre in Lovecraft un prezioso vate e ci regala graphic novel di altissima qualità, quali Neonomicon, Providence e i Funghi di Yuggoth
. Ian Culbard, fumettista britannico disegna la sua versione su tavola de alle Montagne della Follia, edito da Magic Press, (scopri la versione curata da Roberto Recchioni,in vendita qui; mentre la Cagliostro si lancia in un avvincente team-up tra Lovecraft e Sherlock Holmes scritto da giovani esordienti.

La tazza di Cthulhu, comprala subito!


Anche il grande Neil Gaiman si avventura nell’oscuro mondo di Lovecraft con Only the End of the World Again, in cui Lawrence Talbot, un investigatore assicurativo nonchè licantropo, si ritrova nella cittadina di Innsmouth mentre gli abitanti, cretaure metà uomini e metà pesce, tentano di rievocare antiche e crudeli divinità.
Similmente, l’autore statunitense Mike Mignola, creatore di Hellboy, permea le ambientazioni dei suoi fumetti di richiami alle opere di Lovecraft, in particolar modo circa la figura dei Grandi Antichi, divinità cosmiche del pantheon lovecraftiano, rinominati nella saga di Hellboy Ogdru Jahad.

L’influenza di Lovecraft in film, romanzi e fumetti ha portato recentemente anche allo sviluppo di numerosi vidogiochi, giochi da tavolo e di ruolo come la serie Arkham Horror prodotta da Fantasy Flight Game.

In seguito alla nascita di Facebook, il Grande Cthulhu, malvagia divinità lovecraftiana dalle fattezze di una piovra, non ha mai avuto tanti seguaci.

ciondolo-cthulhu
Acquista subito il ciondolo di Cthulhu!


Grazie a numerose pagine e meme comici che ne hanno consacrato la fama, è nata una fortunata serie di divertentissimi gadget quali tazze, statuette, portachiavi e magliette
che ironizzano sul suo ruolo di grande dominatore e bieco burattinaio dell’umanità.

L’eredità di H.P. Lovecraft è destinata a durare, ispirando l’opera di artisti in ogni parte del mondo. I suoi racconti continuano tutt’oggi a terrorizzare e a far sognare generazioni di lettori.

 

 

 

 

Allora perchè non regalarsi un’appassionante lettura per l’estate in compagnia del Grande Cthulhu? 

 

scritto da F. Bufali, curato da F. Masè
Condividi
Lovecraft, Cthulhu e i fumetti
Facebook
Facebook
Instagram
Google+
https://starshopdistribuzione.com/news/lovecraft-cthulhu-fumetti/">
Twitter
Email